Montmartre

Noto come il “quartiere dei pittori” accoglie, oltre agli artisti di strada, il più antico cabaret, la Basilica del Sacro Cuore e numerosi ristoranti con tavolini all’aperto.

Situato su una collina con 130 metri d’altezza, Montmartre è uno dei quartieri più originali di Parigi.

La storia di Montmartre

Montmartre fu una zona indipendente fino al 1860, quando divenne il 17º distretto di Parigi.

Alla fine del XIX secolo, Montmartre aveva una pessima fama, per i suoi numerosi locali di cabaret e i bordelli. Gli artisti lo consideravano, comunque, un quartiere carismatico, dove in molti si trasferirono, trasformandolo in una delle zone più affascinanti della città.

Passeggiando per Montmartre

Montmartre ha due anime differenti. Vicino alla Place Pigalle regnano le luci a neon dei sex-shop e dei cabaret, fra cui il famoso Moulin Rouge, i cui spettacoli attraggono ogni sera centinaia di turisti. Dopo una ripida salita di 197 gradini – o con funicolare –, si raggiunge l'altra anima di Montmartre: la parte più bohémien, ovvero la Place du Tertre. È una delle zone più gradevoli del quartiere, sia per cenare nei suoi bar e ristoranti all’aperto che per vedere all'opera gli artisti di strada.

Le stradine del quartiere conducono alla Basilica del Sacro Cuore. Qui si possono osservare delle bellissime viste panoramiche della città.  Le scale che portano alla basilica sono costantemente affollate, sia da turista che da parigini, che vogliono raggiungere la collina per godere delle straordinarie viste di Parigi.  

Trasporto

Funicolare di Montmartre
Metro: Anvers, linea 2; Abbesses, linea 12; Pigalle, linee 2 e 12; Blanche, linea 2.

Luoghi vicini

Spazio Dalí (82 m)
Basilica del Sacro Cuore (152 m)
Museo Grévin (1.7 km)
Opera Garnier (1.8 km)
Cappella Espiatoria (2 km)